Ali Reza Arabnia
alla guida
della milanese
Geico

Geico: la protagonista di un nuovo umanesimo industriale

L’uomo e l’ambiente al centro dei processi produttivi, protagonista di un nuovo umanesimo industriale. Cento anni di tradizione nell’ingegneria industriale e cinquanta negli impianti di trattamento delle superfici e verniciatura chiavi in mano per le principali case automobilistiche di tutto il mondo. Un patrimonio tutto italiano di capacità di fare impresa, di innovare, di impegno nella costante ricerca, nella precisione e nella puntualità, oggi, tra i grandi simboli del made in Italy. Un patrimonio intangibile, ma anche solido e produttivo, quello della Geico di Cinisello Balsamo, in provincia di Milano, fatto di conoscenza, innovazione e continui investimenti in ricerca e sviluppo ma, soprattutto, di tecnologie rivoluzionarie di proprietà come J-Flex II, J-Jump, Dryspin, Hydrospin Plus, LeanDip, Drycar, J-Hive, J-Doc, tutte registrate a livello mondiale, oltre a proprietà intellettuali varie, brevetti, e marchi multipli. Innovazioni rivoluzionarie che toccano tutte le fasi di processo e che vanno dai trasportatori, alle cabine ottagonali robottizzate come “J-Hive” per la verniciatura ad impatto zero, ai forni a massimo risparmio energetico come il “Dryflex”, capace di abbattere i consumi del 40%, ai trattamenti dei prodotti reflui, all’impiego di energie alternative con software quali il J-Power, che individua il mix ottimale di fonti nuove rinnovabili.
Le soluzioni di Geico per gli impianti di verniciatura auto sono considerati i più innovativi del mondo, perchè a parità di funzionamento possono far risparmiare fino al 50% in termini di consumi energetici rispetto a quelli già in funzione. La loro costante innovazione e adattabilità ne fanno prodotti unici al mondo, dove la ricerca di  nuove tecnologie è declinata costantemente.
Riportare l’uomo al centro del processo produttivo attraverso le sue capacità ingegneristiche e creative, mettere a punto soluzioni tecnologiche capaci di rispondere alle crescenti richieste di sostenibilità, tutela della natura ed efficienza energetica da parte dell’industria automobilistica è la filosofia di Ali Reza Arabnia, patron di Geico,  cavaliere del lavoro e illuminato imprenditore di origini persiane, naturalizzato italiano. Per raggiungere questo obiettivo ha realizzato nel 2009 il Pardis Innovation Centre, centro d’eccellenza per definizione oltre che polo tecnologico di ricerca e sviluppo che non ha eguali al mondo. È qui che prendono forma le nuove soluzioni tecnologiche all’avanguardia firmate Geico.
Nel 2011 Geico firma l’alleanza con la giapponese Taikisha  affermando il suo ruolo di leadership nel settore degli impianti di verniciatura auto in tutti i mercati mondiali. Oggi, il Gruppo Geico Taikisha è ai vertici del mercato mondiale con un turnover medio di 1,8 miliardi di dollari, 5.000 dipendenti e oltre 50 sedi in 28 Paesi in tutto il mondo. Tra i clienti dell’Alleanza Geico Taikisha figurano le maggiori case automobilistiche internazionali, tra cui Audi, BMW, Chery, Faw, FCA, Ford, GM, Honda, Hyundai, Mazda, Mercedes, Mitsubishi, Nissan, PSA, Qoros, Renault.

Massimiliano Finzi