L'unione fa la forza e la qualità

Latteria Soresina, dall'amore per gli animali nasce il miglior latte e formaggio made in Italy

L'unione fa la forza e la qualità. Potrebbe essere questo il motto della Latteria Soresina, storica Cooperativa cremonese, famosa in tutto il mondo per il provolone, il Grana Padano, il Parmigiano Reggiano, oltre che per il latte e il burro, copiatissimi prodotti simbolo del made in Italy agroalimentare. Latteria Soresina è un esempio di perfetto equilibrio tra tradizione e modernità, tra esperienza e innovazione.
E’ in una fredda mattina di febbraio del 1900, agli albori di un secolo tormentato mentre il mondo sta vivendo momenti di grande fermento, che a Soresina, nel cuore della pianura padana, 19 lungimiranti agricoltori si riuniscono davanti ad un notaio: nasce Latteria Soresina. "Da quel nucleo di allevatori che si misero insieme per affrontare le difficoltà del mercato, se ne unirono altri fino a diventare, intorno agli anni 40, una delle più grandi cooperative d’Europa" spiega il presidente del Gruppo Tiziano Fusar Poli. Ora Latteria Soresina riunisce 220 soci produttori.
La Cooperativa ha avuto uno sviluppo costante, ha concorso a formare l’Assolatte e ha fondato con altre aziende il consorzio del Grana Padano nel 1954 e successivamente del provolone. "La sua storia ha coinciso con quella di un secolo di vita italiana" afferma Fusar Poli. E' stata la prima azienda intorno al 1925 a esportare formaggi negli Usa.
I punti di forza sono l'altissima qualità dei prodotti e l'attenzione al cliente finale. Il Gruppo ha affrontato il fenomeno della diffusione delle intolleranze con gli innovativi prodotti senza lattosio: burro, latte uht e il formaggio dolce a pasta filata Soresino.
Altro fattore di successo è la filosofia aziendale che pone la persona al centro dell'interesse dell'azienda: le aziende crescono se crescono le persone. Latteria Soresina conta 530 dipendenti e ha come missione il coinvolgimento delle persone, la condivisione dei valori, degli obiettivi e della strategia industriale. Grande importanza è data alla formazione: 15 ore di formazione l’anno per dipendente.
L'alta qualità del prodotto nasce soprattutto, come spiega il presidente, dalla cura degli animali. Il benessere degli animali è centrale per l'azienda. Questo significa criteri di allevamento all'avanguardia con stalle moderne dotate di doccette per la refrigerazione durante i mesi più caldi e materassi nelle cuccette per un risposo migliore. "Tutta una serie di accorgimenti per farli vivere più a lungo e più sani. Perché una vacca che sta bene fa il latte migliore" spiega Fusar Poli. Il Gruppo è impegnato anche sul rispetto dell'ambiente con un piano di risparmio energetico e di lotta alle emissioni inquinanti.
Latteria Soresina ha triplicato il fatturato negli ultimi dieci anni e ora il business arriva a toccare i 330 milioni di Euro. Negli ultimi otto anni le vendite all'estero sono quadruplicate e il Gruppo vende in più di 60 Paesi. In Europa i due mercati di maggior espansione sono Francia (+47%) e Germania (+27%). Buona la performance negli Stati Uniti con un export cresciuto del 17%. 

Artemisia