Sul piedistallo delle attenzioni, le esigenze dei clienti
Un “abito su misura” fatto di tecnologia avanzata, artigianalità, eccellenza nella ricerca, nell’innovazione e, soprattutto, nella qualità. Sul piedistallo delle attenzioni, le esigenze dei clienti, la capacità di soluzione e di creatività tutta italiana nella novità, che risolve il problema ed indica un salto d’inventiva dove, però, la mano dell’uomo resta centrale, determinante ed indispensabile.
Passione, fedeltà alla nostra tradizione e un’attenzione parossistica alla ricerca dell’eccellenza sono le chiavi vincenti di MP Filtri. L’azienda fu fondata nel 1964 a Pessano con Bornago, in provincia di Milano, da Bruno Pasotto; da lui è partita un’impostazione aziendale che ancor oggi è vincente e che viene portata avanti dai figli, Giovanni Pasotto, direttore generale, e Monica Pasotto, CFO dell’azienda. I principi di correttezza, trasparenza, lealtà, legittimità e puntualità sono un punto imprescindibile nella strategia di relazione con i clienti e il mercato. MP Filtri è un’azienda radicata nel presente, con tanto passato. E’ diventata una delle prime realtà del mondo nella filtrazione oleodinamica e, a tutto titolo, è entrata nella storia dell’industria italiana e dell’eccellenza Made in Italy. Da Bruno Pasotto ha ereditato il rispetto per chi lavora per l’azienda e l’importanza della sua formazione. Oggi i suoi filtri e le sue tecnologie di misura e controllo vengono utilizzati in svariati campi industriali: mercato mobile - trattori, escavatori, pompe a calcestruzzo, piattaforme, compattatori -, lubrificazione, Oil&Gas, banchi prova, energie rinnovabili come l’eolico, ingegneria navale e off-shore. MP Filtri ha ridisegnato la geografia produttiva di un intero settore e può affermarlo senza paura di smentite.
MP Filtri - 200 dipendenti in Italia e 100 all’estero, una realtà produttiva anche in Inghilterra - oggi esporta in tutto il mondo il 70% dei suoi prodotti, ha otto filiali situate nel Regno Unito, Germania, Francia, Canada, Cina, Russia, Stati Uniti ed India. Fornisce componenti a gruppi come JCB e Caterpillar e ha raggiunto un fatturato di oltre 40 milioni di euro. E’ in grado di realizzare una gamma di prodotti trasversali alle attività industriali e di rispondere alla concorrenza dei mercati globali, in ogni dominio dove vengono utilizzati azionamenti oleodinamici: filtri in aspirazione e sul ritorno, in linea, in pressione e componenti strutturali come lanterne pompa-motore, giunti di trasmissione.
La sua forza è nella capacità di sviluppare tutto al suo interno, dalla progettazione, alle fusioni in alluminio, alla realizzazione di ogni componente. Con i suoi cinquant’anni di presenza sul mercato, ha caratterizzato il suo settore ed è diventato un gruppo in grado di controllare l’intera filiera produttiva, capace di monitorare tutti i processi di fabbricazione, garantendo qualità e unicità, per rispondere alle mutevoli richieste del mercato e dei clienti. La sua forza è nella costante ricerca e nell’innovazone, che le permette di progettare ogni anno nuovi prodotti, altamente innovativi. Ma, soprattutto, nella fede incrollabile nel Made in Italy e nella capacità produttiva del proprio Paese.  

Massimiliano Finzi