Un self-made man fuori dalle righe
Una vita avventurosa iniziata come venditore di libri, importatore di cotone dall’America, costruttore di barche, driver in corse automobilistiche importanti e pilota di elicotteri. E poi un’invenzione, quella di una macchina per fare tubi installata all’interno di un garage. Inizia così la storia di Giuseppe Bottanelli, un self-made man fuori dalle righe, un geometra gran lavoratore, ribattezzato il “re dell’acciaio”, nato nel 1937, fondatore e attuale presidente di Profilmec Group, azienda leader nella produzione di tubi e profilati in acciaio saldati ad alta frequenza di precisione.
Una realtà che vanta oltre mezzo secolo di storia e di successi. Tutto cominciò durante la guerra, quando suo padre, aiutato dal fratello Antonio, acquistò un paio di camion e fondò la ditta di trasporti Fratelli Bottanelli, dove Giuseppe cominciò a muovere i suoi primi passi. A vent’anni arrivò il diploma da geometra e l’ingresso nel settore tubi.
Gli inizi furono difficili e il presidente si adattò a fare di tutto. Ma, con gli anni, la situazione migliorò e attraverso una serie di lungimiranti operazioni e grazie ad alcuni colpi vincenti nacque un piccolo grande impero. Questo gioiello del made in Italy, che affonda le sue radici nell’ultimo cinquantennio del secolo scorso, vanta oggi un fatturato di circa 250 milioni di euro, 5 siti produttivi (ripartiti tra Torino, dove ha sede la casa madre, Cuneo, Pordenone e Teramo) su una superficie coperta di 120.000 mq, dotati di 40 profile, 11 linee di taglio, e quasi 500 addetti.
Profilmec Group detiene come quote di mercato il 45% in Italia e il 55% all’estero, dove è presente con la propria rete commerciale su tutto il territorio europeo e sui principali mercati di riferimento dell’intero Mediterraneo. Grazie all’esperienza maturata nel corso degli anni e a una radicata presenza sul mercato globale, oggi Profilmec vanta un’indiscussa leadership nel proprio settore a fronte di una gamma di prodotti ampia e diversificata, che trovano impiego in svariati settori: automotive, industria del ciclo e motociclo, mobili per arredamento e giardino, articoli per campeggio, infanzia, giocattoli, casalinghi, radiatori e applicazioni per l’edilizia, oltre che in ogni settore industriale attinente alla realizzazione di prodotti affini.
Al Gruppo appartiene anche una primaria società impiantistica, la Rolm Srl, e una società commerciale e centro servizi, la Sit Spa. L’impiego di materiali qualificati provenienti dalle primarie acciaierie italiane e mondiali, nonché la tecnologia all’avanguardia, permettono a Profilmec di offrire alla propria clientela una collaborazione seria e costante. L’azienda impiega inoltre attrezzature e macchinari estremamente avanzati a livello tecnologico. Il suo patrimonio di know-how si estende quindi ben oltre il processo di quello che è il core business, cioè la produzione dei tubi.
Altri punti di forza del Gruppo sono la tradizione della produzione, la puntualità nelle consegne, il rispetto dell’ambiente e della dignità umana, e la continua ricerca tesa all’innovazione tecnologica. Costante è la valorizzazione dell’organizzazione, della professionalità e della motivazione professionale a tutti i livelli. Ne è prova la fidelizzazione ultradecennale delle maestranze. Profilmec è dunque una realtà unica nel suo genere, frutto della sintesi tra esperienza, competenza, professionalità e tecnologia al servizio del committente.

Mario Pinzi